Quanto sai non deve impedirti di sapere quanto dovresti! (Carlo Dossi)

domenica 6 novembre 2011

Sos culurzones de patata

Sos culurzones o culurgiones o culingionis, sono dei tipici ravioli della Sardegna che cambiano il nome e spesso gli ingredienti del ripieno secondo il paese o addirittura le famiglie.
Questi "ravioli"  dalla forma di spiga e con il ripieno di patate e menta, è un piatto povero ma molto gustoso e nutriente.
Sono molto affezionata a questa specialità della mia terra, perché la mia mamma (mamma di Nani), durante le feste di Natale ci ha sempre preparato questo piatto. Quando per lavoro ero lontana da casa, non sapete quanto mi mancava assaggiare questa delizia che mia mamma preparava!
Ora che sono mamma anche io ho voluto imparare a fare questi culurzones per farli conoscere anche a mio figlio e a mio marito e continuare così la tradizione di famiglia!
Ingredienti per la pasta:
700 g di semola rimacinata del Molino Chiavazza
3 uova
2 cucchiai d'olio d'oliva
sale.

Per il ripieno:
700 g di patate
200 g di formaggio pecorino
4 cucchiai d'olio extra vergine
100 g di parmigiano
100 di caciocavallo o provoletta (non affumicata)
2 cipolle bianche tritate
2 spicchi d'aglio tritato
8 foglioline di menta  tritate  (da aumentare a piacere)                                   

 Per il condimento:
Sugo di pomodoro e formaggio pecorino grattugiato a  piacere.

Procedimento:
Sulla spianatoia impastate la semola con le uova, l'olio  e un pizzico di sale; appena avete ottenuto un impasto liscio e discretamente compatto , copritelo con un telo e lasciatelo riposare.
Intanto fate lessare le patate in abbondante acqua salata, appena cotte, pelatele e passatele nello  schiaccia patate . In un tegame piccolo fate soffriggere nell'olio il trito di cipolle ,aglio e menta.
Ora in una ciotola ampia unite le patate ai formaggi appena grattugiati , quindi versatevi il soffritto aromatico e mescolate il tutto con cura.
Riprendete la pasta e stendetela a sfoglie non troppo sottili, con il tagliapasta ricavatene dei dischetti in cui vi adagerete delle palline del ripieno. ora pizzicate la pasta ai bordi fino a chiuderla raffigurando così una spiga.
continuate fino a finire l'impasto.

Preparate un semplicissimo sugo al pomodoro e servite i culurzones spolverizzati con del buon pecorino.

Con questa ricetta partecipo al contest di Laura  Ricette antiche del blog Ricette mon amour


43 commenti:

  1. Una pasta buonissima..l'ho comprata al super una volta incuriosita dalla forma...ma la tua sarà cento,mille volte meglio!!!anche solo il ricordo tenero che è alla base dell'impasto
    Buona Domenica

    RispondiElimina
  2. Li ho assaggiati solo una volta ed ero piccolina per cui ricordo solo che mi erano piaciuti ma non ricordo altro . Non sapevo la ricetta e neanche quale fosse il loro vero nome ,non riuscivo perciò a trovare la ricetta. Questo mese invece li ho trovati pubblicati sulla mia rivista preferita ... adesso li hai postati anche tu , troppo belli e mi chiedo se riuscirò mai a farli così belli .

    RispondiElimina
  3. ma che bella forma questi ravioli e poi io ripieno così semplice ,devono essere davvero speciali,li proverò.
    baci

    RispondiElimina
  4. Questi ravioli sono semplicemente fantastici!!! Non li conoscevo e mi piacciono proprio un sacco!! Ne sono avanzati ??? Passerei per la cena :-D

    RispondiElimina
  5. li ho visti questi ravioli cosi carateristicie di sicuro cosi buoni.

    RispondiElimina
  6. Ma daiiiii!!!!!! Che forma bellissima. Li voglio!!!!

    RispondiElimina
  7. Hai fatto benissimo ad imparare e mantenere la tradizione di questa ricetta davvero interessante!Bravissima!

    RispondiElimina
  8. FAVOLOSIIIII! grazie per la ricetta li ho mangiati tempo fà ma acquistandoli in pastificio e sono buonissimi! baciiii

    RispondiElimina
  9. Quante ne ho mangiati durante le mie estati in Sardegna. Mi piacciono molto. Grazie per la ricetta.

    RispondiElimina
  10. BRAVISSIME avete fatto una spiga meravigliosa! (io non la so fare così) Sono buonissimi, lo so bene! e mi avete fatto venire voglia di mangiarli! Bacioni

    RispondiElimina
  11. Ma sono bellissimi O_O complimenti troppo belli
    Bravissime ci devo provare chissà!!
    Baci Anna

    RispondiElimina
  12. sono favolosi questi ravoli.. sia per il ripieno che per la forma!!

    RispondiElimina
  13. Bellissimi ravioli e devono essere anche buonissimi! Brava!!!

    RispondiElimina
  14. Grazie a te sto scoprendo tante cose buone della cucina sarda che ahimè non conoscevo molto bene. Io sono un'appassionata della cucina regionale e nel vostro blog ci trovo tante specialità. Quindi grazie e complimenti.

    RispondiElimina
  15. I PIATTI DELLA TRADIZIONE SONO I MIGLIORI!!!!!!COMPLIMENTI E BUONA SETTIMANA!!!!!!

    RispondiElimina
  16. mi sono assolutamnete sconosciuti spero di venire in sardegna prima o poi e gustarmeli, sono molto originali

    RispondiElimina
  17. eccezionali, devo imparare a farli! sarà dura!!:-) baci!

    RispondiElimina
  18. Una forma davvero particolare misa'che la ricopio!!!complimenti,la tua mamma dev'essere orgogliosa di te...buon inizio settimana ;-)

    RispondiElimina
  19. Buonissimi, come sempre le vostre ricette sono sorprendenti!! buona serata bacioni da Agata!

    RispondiElimina
  20. Non vale, questo e' un colpo basso!!!! Non ho ancora cenato e questi culurgiones mi stanno facendo impazzire, cavolo che brava!!

    RispondiElimina
  21. sono favolosi, quella spiga mi sembra difficilissima da confezionare, ti faccio i miei complimenti. un bacione

    RispondiElimina
  22. Sono perfetti, e quanto mi piacciono, complimentissimi!!!!!

    RispondiElimina
  23. mai visti..devono essere la fine del mondo!

    RispondiElimina
  24. Devono essere favolosi!!!! Li voglio provare.
    baciussss

    RispondiElimina
  25. la cosa che mi piace molto di questi ravioli è la forma davvero particolare... non li ho mai assaggiati, devono essere squisiti, complimenti.
    buona settimana.

    RispondiElimina
  26. li adoro, sono buonissimi!!! peccato che qui non li trovo! mamma mia che ricordi mi fai venire in mente, ricordi culinari chiaramente, di gustosissime vacanze sarde...

    RispondiElimina
  27. Sono buonissimi! Una volta li ho fatti anch'io. baci

    RispondiElimina
  28. la cercavo come ricetta los ai??? li ho mangiati una volta al ristorante sardo.. e mi erano un sacco piaciuti!! la salvo!! baciotti e buon inizio settimana .-D

    RispondiElimina
  29. Le ricette della tradizione sono le mie preferite. I vostri culurzones sono deliziosi e perfetti.
    Davvero complimenti!
    Baci e buona settimana

    RispondiElimina
  30. Oh Nani *_* la tua mamma ha sempre preparato un piatto bellissimo per il Natale!
    Ringrazio entrambe per la partecipazione al mio contest, davvero :) grazie di cuore

    Tiziana

    RispondiElimina
  31. E questa meraviglia?? Sono incantata!!!
    Tantissimi complimenti, ma tanti veramente!!!!
    Un bacione!!!!

    RispondiElimina
  32. mangiati al ristoranti.sono la fine del mondo cosi come lo e il vostro piatto:)

    RispondiElimina
  33. Non li conoscevo, sono spettacolari e di sicuro squisiti, complimenti!!! :)

    RispondiElimina
  34. Non li conosco ma mi sembrano buonissimi! Baci

    RispondiElimina
  35. Che ricetta fantastica e che presentazione stupenda! Ciao

    RispondiElimina
  36. Non li conoscevo, sono bellissimi e la presentazione lo è ancor di più, devono essere buonissimi!!! Bello trasmettere nel tempo le tradizioni di famiglia!!!
    Baci

    RispondiElimina
  37. Grazie a tutte/i voi sono felice che vi siano piaciuti! Provateli e poi mi direte!

    RispondiElimina
  38. Bellissimi questi ravioli a forma di foglia e immagino benissimo quanto siano buoni e saporiti!!! Li provo di sicuro e poi ti dico!! Un bacio grande e buona giornata!!!

    RispondiElimina
  39. meravigliosi!! ignoravo l'esistenza di queste bontà dalla forma così simpatica e benaugurante! grazie per avermi fatto conoscere quest'altra chicca della cucina sarda e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  40. Ma tu sei sarda?? e io non sapevo nulla?? Ma abiti ancora in Sardegna??cavoli visto che non ci siamo incontrate al Salone dobbiamo fare un raduno :D
    un bacio e complimenti per i culurgiones ;)
    Marta

    RispondiElimina
  41. Martyska, non abito più in Sardegna da 15 anni.
    Vivo in Piemonte, ma chissà magari quando scendo in vacanza...

    RispondiElimina

Se siete arrivati fin qui, lasciate una traccia del vostro passaggio! Un commento, un saluto , un consiglio è sempre ben accetto! Nani