Quanto sai non deve impedirti di sapere quanto dovresti! (Carlo Dossi)

sabato 8 settembre 2012

Torta delle rose dolce rivisitata da me!

Buongiorno a tutti, posso offrirvi la colazione?
Era un po' che volevo provare a farla e finalmente mi sono decisa!
Come sapete io amo conoscere la storia e l'origine dei piatti che preparo e allora ho fatto qualche ricerca.
Già il nome è una promessa, la rosa si sa è la regina dei fiori e questa torta  dalle antichissime origini (1490) venne ideata proprio per Isabella D'Este, sposa del marchese Francesco II della Corte dei Gonzaga.
Per onorare la Corte ferrarese, si fece festa con molto sfarzo e si imbandirono i banchetti con le prelibatezze della cucina rinascimentale mantovana.
Si racconta che Isabella ne rimase talmente conquistata che in seguito, accanto a ciascuno dei suoi ospiti faceva trovare una rosa ancora calda di forno.
Queste informazioni le ho trovate su questo sito: La Taiadela.
Un dolce dai semplici ingredienti, che richiede pero una pazienza direi quasi certosina.
Richiede amore e cura nella preparazione. Un dolce tipico da colazione che nel suo interno nasconde un cuore morbido di burro. Io ho voluto modificare il suo ripieno, mettendo al suo interno della crema pasticcera e delle gocce di cioccolato!
Allora, un pezzo di torta  e un caffè?)
La ricetta l'ho presa da un vecchio libro di cucina ma penso che siano quasi tutte  simili.
Con questa dose me ne sono venute due una piccola e una grande!

500 g di farina 00 (io Molino Chiavazza)
150 ml di latte
100 g di zucchero 1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di sale (io Gemma di mare)
2 uova e un tuorlo
70 g di burro (io Dalla torre Val di non)
1/2 cubetto di lievito
Per il ripieno:
Crema pasticcera
pezzi di cioccolato (io Venchi)

Mettete nell'impastatrice o sul tavolo a fontana , le due farine mischiate.
Aggiungete le uova, il lievito sciolto nel latte zuccherato e iniziate  a lavorare, aggiungete il burro ammorbidito e dopo qualche minuto aggiungete il sale, Ricordate che il sale e il lievito non devono mai essere messi insieme!

Quando l'impasto sarà elastico toglietelo dall'impastatrice (per chi lo lavora con quest'ultima) e lavoratelo un attimo con le mani. Formate una palla e mettetelo a lievitare in un posto caldo coperto da un canovaccio inumidito. L'impasto dovrà raddoppiare di volume (circa 3 ore).
Trascorso il tempo riprendete l'impasto e stendetelo ,su un ripiano infarinato, dandogli la forma di un rettangolo con uno spessore di circa mezzo cm. Se volete potete stendere l'impasto sopra la carta forno leggermente infarinata, così sarà più facile.
Spalmate la crema pasticcera, aggiungete i pezzi di cioccolato qua e la, poi arrotolate il tutto come per ottenere un filone e tagliate delle fette di circa 2 cm , poi adagiateli sulla teglia rivestita di carta forno avendo cura di distanziare bene i rotolini. coprite con un canovaccio umido  e lasciate lievitare per un'altra ora. Trascorso il tempo, cuocete in forno caldo a 180° per 45 minuti.
con queste dosi me ne sono venute due di torte una grande e una piccola. Ho messo per la grande 7 rotolini. Deliziosa per colazione ma anche per merenda!
Buon fine settimana a tutti! Nani







24 commenti:

  1. che bonta!!adoro la torta di rose..la tua e' super golosa!

    RispondiElimina
  2. che buona,visto che ormai la colazione è saltata ne prendo un petalo per la merenda ;)
    baci

    RispondiElimina
  3. E' venuto benissimo , buonissima!

    RispondiElimina
  4. Anche la tua.. che bellaa!!!!!! baci buon sabato!

    RispondiElimina
  5. Mi piace conoscere l"origine dei nomi delle ricette e ti ringrazio per avermi quello Dell torta di rose che e" uno dei miei dolci preferiti, questa ua rivisitazione mi piace da morire, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Giovanna!
      Solitamente vado sempre alla ricerca di dolci o piatti con delle storie antiche.

      Elimina
  6. Anche a me piace conoscere l'origine sia dei nomi che delle ricette. La torta delle rose la conosco molto bene, è una vera delizia.
    La tua è davvero perfetta, e mi piace la tua rivisitazione, con la crema e il cioccolato è davvero golosissima, brava!
    Un bacio

    RispondiElimina
  7. ......posso autoinvitarmi da te per la merenda o per la colazione??? Questa torta è da capogiro...bacini

    RispondiElimina
  8. mentre sto leggendo e' quasi ora di colazione, e questo dolce sarebbe perfetto con il mio caffelatte! Grazie RITA aka RITACOOKSITALIAN

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ti offro una rosa volentieri!

      Elimina
  9. che bontà, e ti è venuta benissimo, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  10. risultato da incorniciare è magnifica , non ci vuole solo una buona ricetta ma un buona mano :-)

    RispondiElimina
  11. Complimenti è splendida, farcita di crema è una vera bontà!Interessante sapere le origini delle ricette, grazie! Ciao

    RispondiElimina
  12. odddioooo ma è stupenda!!!! ho la bava solo se penso a quella crema con la cioccolata..mmm... buona buona! complimenti ..e copio ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere come ti è venuta!

      Elimina
    2. OTTIMA. oggi,3° giorno è ancora morbida e buona ^_^

      Elimina
    3. Sono felice che ti sia venuta bene e che ti sia piaciuta!

      Elimina
  13. Che bello che ci hai messo anche la storia:)
    Certo che e' uno spettacolo e' perfetta!!!! Io avevo provato a farla con un ripieno di marmellata ma credo di averne messa troppa ed e' fuoriuscita facendo un disastro!!!! E' meglio che provo il tuo ripieno;)
    Baci cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sono felice che molti di voi abbiano apprezzato la storia. Visto che prima di fare dei piatti famosi cerco sempre la storia, ve la racconterò più spesso!

      Elimina
  14. Ciao ragazze!!! E' tardi per una fetta?:-)
    non ho mai fatto la torta di rose, l'ho sempre vista in foto ed ho sempre avuto la convinzione che fosse, come dire, un po asciutta stopposa. Ma questa fatta da voi ha tutto un altro aspetto. proverò la vostra ricetta. Grazie mille per averla condivisa. ciao e buona notte

    RispondiElimina

Se siete arrivati fin qui, lasciate una traccia del vostro passaggio! Un commento, un saluto , un consiglio è sempre ben accetto! Nani