Quanto sai non deve impedirti di sapere quanto dovresti! (Carlo Dossi)

sabato 9 febbraio 2013

Torciglioni, treccine o Acciuleddi per festeggiare ancora un po' il carnevale

E anche il carnevale è quasi giunto al termine, quest'anno è proprio volato via. Il mio piccolino non l'ha neanche festeggiato, ha avuto la tonsillite con la febbre proprio la settimana di carnevale.
Oggi vi propongo quelli che in Sardegna vengono chiamati acciuleddi, in altre regioni torciglioni o treccine.
Gli acciuleddi sono dei dolcetti tipici della Gallura preparati per il periodo di Carnevale.
Acciuledda in gallurese significa "matassina".
Solitamente vengono immersi in uno sciroppo di miele e acqua e profumati con delle scorze d'arancia.
Io non le ho immerse nello sciroppo di miele, ho preferito cospargerle con dello zucchero a velo vanigliato.

Ingredienti:
500 g di farina
100 di zucchero semolato
90 g di strutto
1 uovo
la scorza grattugiata di un limone
olio per friggere.
Iniziate ad impastare la farina con l'uovo poi aggiungete lo zucchero  e lo strutto . Impastate per un bel po' finche' l'impasto risulterà morbido e liscio, coprite con una tovaglietta e lasciate riposare per circa un'ora.
Riprendete l'impasto, dividetelo in tante palline  dalle quali comprimendole con le dite formerete dei serpentelli lunghi circa 15 cm.
Ripiegate a metà il bastoncino e arrotolate le due estremità fino ad ottenere tante treccine. Tuffatele nell'olio bollente e fatele dorare.
Cospargetele di zucchero a velo o se preferite immergeteli in uno sciroppo di miele ,acqua e scorze di arancia.

Buon carnevale a tutti!
Nani

14 commenti:

  1. Mi dispiace epr il tuo piccolo.. mannaggia... anche i miei nipotini son stati ammalati tutta la settimana! Ottimo questo docletto fritto! baci e buon sabato :-)

    RispondiElimina
  2. complimneti delle treccine molto golose

    RispondiElimina
  3. buone, non conoscevo questa ricetta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata cara Silvia!

      Elimina
  4. vorrei che il carnevale non finisse mai con tutte queste cose buone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione , ma dopo ingrasseremo troppo!

      Elimina
  5. Bellissime le tue treccine fritte, non conoscevo questa ricetta,
    grazie per averla condivisa !!!
    un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oltre che belle sono anche buone! Grazie ate per essere passata!

      Elimina
  6. davvero sfiziose!!! :) il mio è un blog che è ancora agli inizi... c'è ancora poco, ma se passerai mi farà piacere. Ti aspetto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ela Ro, certo che passo a trovarti con piacere!

      Elimina
  7. Anche tu con lo strutto? Sei daccordo con me che le cose vengono meglio? Purtroppo è bistrattato dal colesterolo ma mia nonna quando faceva i dolci con lo strutto venivano impagabili!

    RispondiElimina
  8. Si Sabry, certi dolci senza lo strutto perdono qualcosa...
    Ci sono molti dolci sardi che nella ricetta hanno lo strutto, io ho provato a mettere il burro ma il gusto cambia!

    RispondiElimina

Se siete arrivati fin qui, lasciate una traccia del vostro passaggio! Un commento, un saluto , un consiglio è sempre ben accetto! Nani