Quanto sai non deve impedirti di sapere quanto dovresti! (Carlo Dossi)

venerdì 13 dicembre 2013

Una lunga assenza dal blog e un tuffo nel passato...

Buongiorno, come va?
L'inverno è ormai è arrivato, e anche la prima neve!
 Mi scuso perché da qualche mese non riesco più a postarvi ricette o altro ma ho ancora il pc rotto e ogni tanto riesco a farmelo prestare  e allora ne approfitto! Ma sapiate che ho tante ricettine da condividere , e poi mi manca  chiaccherare un po' con voi! Si spesso faccio dei monologhi  ma so che siete in tanti a leggermi, infatti appena sarò in possesso del mio computer ho una sorpresina per voi!
Ma che dicevo?
 Ah, si ,parlavo del tempo  e anche se negli ultimi giorni il cielo è limpido, il freddo si fa sentire, la mattina è pungente e non parliamo della sera!
Qualche giorno fa' mi sono messa a riguardare delle foto di settembre,  di quando ero al mare e mi sono ricordata di un posticcino proprio carino di cui vi voglio parlare oggi. Certo dopo ciò che è accaduto in Sardegna mi fa male pensare alla mia terra e sapere al disastro che è accaduto! Pensare ai disagi che i mie conterranei stanno ancora vivendo. Anche per questo ho deciso che per onore alla mia terra il mio primo post, dopo la pausa forzata dal blog, doveva essere un omaggio alla Sardegna e al popolo sardo!
Dopo due anni finalmente sono ritornata nella mia  terra d'origine: la Sardegna di cui avevo nostalgia!
Io sono una che si adatta molto facilmente, mi piace viaggiare e penso che tutto il mondo è paese, ma mi mancavano i profumi, il colore del mare dalle mille sfumature, mi mancavano quei paesaggi agresti, quelle spiagge bianche, quei sapori che solo nella tua terra puoi trovare. Quei sapori che ti riportano indietro nel tempo, magari a quando eri bambina, quando ti sembra scontato mangiare un mostacciolo o un pezzo di torrone , ora lo assaggi, chiudi gli occhi e ti rivedi bimba a mangiarlo durante la festa del paese, queste cose non hanno prezzo per me!
Quest'anno abbiamo scelto una località che si chiama Porto Istana, situato a pochi km da Olbia, sulla costa nord orientale della Sardegna.  Le spiagge erano una più bella dell'altra, con fondali adatti ai bimbi e l'acqua così trasparente che potevi vedere i granellini di sabbia dorata luccicare.
Svegliarsi la mattina e poter prendere il caffè in terrazza al sorgere del sole  guardando il mare per me è stato un lusso, un momento così rilassante...
Vi starete chiedendo :" Ma in vacanza tu ,che ci facevi in piedi al sorgere del sole?" Abitudine... Mi alzavo presto mentre mio marito e il bimbo dormivano per andare a fare una passeggiata e respirare l'aria del mare.
 Vorrei anche dirvi, che oltre il mare in Sardegna c'è di più, c'è l'entroterra che è bello da vedere, i nuraghi, i pozzi sacri, i villaggi nuragici , le foreste, i piccoli paesini , le sagre, le feste paesane e poi la cucina. La cucina sarda cambia , come in altre regioni ,dal centro alla costa ma spesso la stessa ricetta cambia in paesi poco distanti.
Oggi vi voglio parlare di un Agriturismo che ci è stato consigliato, dove i sapori sono ancora quelli genuini, l'ospitalità è quella tipica sarda e l'ambiente è un salto nel passato!
L'agriturismo si chiama Lu stazzu li Paladini ed è gestito dal simpaticissimo Alessandro e dalla sua famiglia.
Certo la strada per arrivarci non è delle migliori ma vi assicuro che ne vale la pena!
Un ambiente splendido, molto curato nei particolari . Sia il proprietario che suo papà vestono con il costume sardo.  Entrando nella sala da pranzo,sembrava di entrare in una stanza che ti catapultava nel passato! Dal soffitto pendeva della paglia, i mobili tipicamente sardi con sopra centrini tessuti a mano, vasi di ceramica tipicamente sardi e la musica con le migliori canzoni dell'isola. Quando siamo arrivati il mio monello si era addormentato, piccolino, dopo una giornata di mare era stanchissimo! Il proprietario è stato molto gentile, ci ha fatto accomodare e ha portato un lettino , di quelli da spiaggia, per mio figlio .Ci ha dato anche una copertina.
Il nostro tavolo era molto carino, con fiori  e candela apparecchiato semplicemente ma molto bello. Ci ha portato una serie di antipasti, naturalmente tipici della cucina gallurese. Dai salumi fatti in casa a Sa matza frissa ,un piatto a base di panna di latte di pecora ,farina e miele: una prelibatezza!  Che dire dei primi? Dai ravioli dolci tipici della Gallura alla favolosa zuppa gallurese fatta con  una specie di spianata, brodo di pecora  e formaggio! Per secondo il porcetto, e i dolci? Ho rinunciato alla famosa sebadas che conosco bene e ho assaggiato, ma solo per curiosità della ricotta  con uno sciroppo di mirto! La ricotta era freschissima, di una bontà unica, sembrava di bere un bicchiere di latte ! Buona anche con il miele! Il vino che ha accompagnato la nostra cena era un vino della casa, un cannonau, forte e deciso , giusto per questi piatti non proprio leggeri! Alessandro ad ogni portata rispondeva alle mie domande sui piatti e mi spiegava le antiche ricette.  Una serata rilassante, grazie alla gentilezza di Alessandro, all'ambiente unico , ai piatti della cucina sarda . Ogni tanto fa piacere sedersi ed essere serviti no?
Sapete che sono molto pignola nel mangiare e nel giudicare gli ambienti, sono stata in posti di cui non ho ritenuto opportuno parlarvi, ma se capitate nella zona di Olbia passate da Alessandro e non ve ne pentirete! A Li paladini potrete anche soggiornare, hanno delle camere carinissime. Spero di riuscire a ritornarci l'anno prossimo! Ora vi lascio sperando di riuscire presto a postare le mie ricette!
 Grazie a tutte le persone che continuano a visitare il mio blog!
 Vi lascio con qualche foto e vi abbraccio tutti!
Nani
  .




Li Paladini




Il tavolo 

Particolari

Il soffitto

La notte, il tetto e le chiavi

Antipasto

Fregola con verdure

Matza frissa

Zuppa gallurese

Gnocchetti sardi alla gallurese

Ravioli dolci tipici galluresi

Maialino in legno per servire il mirto

8 commenti:

  1. che bello, davvero una bellissima esperienza e poi la Sardegna è molto suggestiva. grazie per averla condivisa con noi.
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Franca per essere passata! Si, la Sardegna è molto bella e suggestiva!

      Elimina
  2. Grazie di averci inclusi nei tuoi ricordi e di averci raccontato la Sardegna, un'isola che merita sicuramente!!

    RispondiElimina
  3. Carissima Nani, grazie mille per questo bellissimo post..sai, quando è accaduto il terribile disastro in Sardegna (terra meravigliosa che abbiamo in comune e dalla quale vivo lontano ormai da tre anni) mi trovavo proprio lì presso i miei...essendo originaria della zona del Campidano non abbiamo subìto danni in quanto il terribile ciclone non ha interessato la parte meridionale....
    ma il pensiero va sempre a quei nostri conterranei che hanno perso tutto a causa di un evento di gravissima entità di fronte al quale l'uomo è impotente...e, allo stesso tempo, si è investiti dal dubbio se quanto accaduto si potesse o meno evitare, magari con uno sfruttamento del territorio che tenesse conto di quelli che sono i limiti della natura....
    anche a me mancano i sapori, gli odori della Sardegna, e, ogni qual volta mi reco a trovare i miei ne approfitto per mangiare soprattutto piatti a base di pesce (sempre freschissimo e di qualità eccellente) e carni ovine..ma non solo.....in Estate ne approfitto invece per visitare quelle spiagge con un mare meraviglioso e incontaminato presente in tutte le zone dell'isola..dal nord al sud:)
    grazie mille per aver segnalato questo agriturismo in cui sei stata, molto caratteristico e carinissimo..buonissimi tutti i piatti che vedo in foto, mi sta venendo l'acquolina solo a guardarli:)
    qualora mi dovessi recare in Gallura terrò sicuramente conto della tua segnalazione:)
    un bacione, grazie per il post dedicato alla Sardegna e buon fine settimana
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rosy, concordo con il tuo pensiero e sono contenta che ti trovavi distante dal disastro! Grazie per essere passata. Un abbraccio!

      !

      Elimina
  4. bentornata, questo agriturismo è favoloso, piacerebbe andare anche a me, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. Grazie di essere passata cara Silvia! Sono contenta che l'agriturismo abbia incontrato il tuo gusto!

    RispondiElimina

Se siete arrivati fin qui, lasciate una traccia del vostro passaggio! Un commento, un saluto , un consiglio è sempre ben accetto! Nani